0

Carrello

 x 

Ops...Il tuo carrello è vuoto

    Italia e vini di eccellenza. Aumenta l’export verso la Cina. Da Verona a Shenzhen

    L’Italia, insieme a Francia e Spagna, è tra i maggiori attori mondiali nel mondo del vino, dispone delle più estese superfici vitate ed è, in volume, il principale esportatore di vino del mondo.

    Fortunatamente la crisi sanitaria ha determinato a livello globale una riduzione quantitativa abbastanza contenuta dei consumi e del commercio internazionale anche se gli attori della filiera italiana del vino hanno dovuto fronteggiare situazioni individuali molto differenziate: quelli che avevano nel mercato della ristorazione il principale sbocco sono stati particolarmente colpiti mentre quelli più legati alla grande distribuzione hanno migliorato fatturato e profitto. 

    Le imprese vitivinicole italiane hanno dovuto quindi mostrare una notevole capacità di adattamento alla crisi che ha portato gli operatori a modificare la propria offerta andando ad riorganizzare le strategie distributive e quindi adottare modelli di business in parte nuovi, mentre la necessità di mutare abitudini di approvvigionamento e consumo del vino ha fatto scoprire ai consumatori opportunità di acquisto e consumo alternative.

    Questo spirito di adattamento sta portando i produttori italiani ad espandere il proprio business verso nuovi mercati come quello cinese, un Paese che negli ultimi anni ha visto crescere esponenzialmente il proprio interesse verso il vino ed i prodotti italiani. E pensare che agli inizi, quando il vino entrò per la prima volta nel mercato cinese, era simbolo di ricchezza e potere e dunque destinato solo ad una porzione ristretta della popolazione. Un vero status symbol dal momento che rappresentava sempre un prodotto importato dal Vecchio Continente. Oggi non è più così, l’esportazione del vino verso l’Oriente è sempre più consistente ed il consumo sta iniziando a far parte della quotidianità in tutti gli strati sociali. Per questo motivo, essere presente in questo mercato rappresenta un'incredibile opportunità di crescita per i produttori italiani.

    Secondo l’Osservatorio Vinitaly – Nomisma Wine Monitor, la Cina si conferma uno dei buyer di vino più interessanti del globo, grazie a una congiuntura molto favorevole per il made in Italy nel Dragone. A causa del crollo del vino australiano causato dai super dazi imposti da Pechino (-80% a valore sul pari periodo 2020) i produttori italiani hanno ottenuto crescite in doppia cifra, l’import italiano è infatti cresciuto del 22%.  In base ai dati, sui vini italiani, sono in netta crescita quelli di fascia premium, con i fermi (85% dell’import dal Belpaese) che crescono del 19% a valore e di appena il 2% a volume, denotando così un incremento significativo del prezzo medio.

    L’aumento di interesse da parte degli imprenditori cinesi verso l’enogastronomia Italiana è dunque evidente ed è confermata anche dai dati delle presenze dei visitatori al Vinitaly, la più importante fiera Italiana del vino nel mondo che si tiene ogni anno a Verona, manifestazione che purtroppo a causa della pandemia è stata annullata negli ultimi anni ma che tornerà con più vigore ad Aprile del 2022. Intanto, per quest’anno è confermata la Vinitaly Special Edition, una manifestazione in presenza e in assoluta sicurezza, che si svolgerà con un format innovativo, comprensivo di servizi e con l’accelerazione digitale della nuova piattaforma Vinitaly Plus. Un evento esclusivamente professionale e su invito, che si svolgerà dal 17 al 19 ottobre 2021.

    A conferma dell’importanza del mercato cinese è invece in programma la manifestazione Wine to Asia, un nuovo evento fieristico dedicata ai professionisti del settore vinicolo dell’area Asia/Pacifico. La manifestazione, organizzata da Veronafiere-Vinitaly grazie alla partnership con Pacco Communication, si terrà  a Shenzhen World, Shenzhen dal 12 al 14 agosto 2021.  Tre giorni di incontri, degustazioni e opportunità di networking dove produttori provenienti da tutto il mondo potranno incontrare i più importanti buyer asiatici.



    Stampa   Email

    Novità

    macchina-per-schiuma-alimentare-1121-a5aa9aaf85ef5ae4872ccd4074336c09
    Prezzo IVA inclusa73,20 €
    Nessuna immagine impostata
    Prezzo IVA inclusa807,03 €
    120-0008_1
    Prezzo IVA inclusa1487,67 €
    120-0007_1
    Prezzo IVA inclusa1368,11 €
    contenitore-azoto-liquido-422-330b250183297bae201f1587d8084688
    Prezzo IVA inclusa975,27 €
    wet-grinder-twin-stones-1298-8838f790659c64f76485b32d6777d2f1
    Prezzo IVA inclusa329,39 €
    aladin-affumicatore-smart-40-5dd9065eb1d0812c985b3d30167392ab
    Prezzo IVA inclusa71,74 €
    liofilizzatore1
    Prezzo IVA inclusa11943,80 €

    In Evidenza

    Spedizioni

    L'ordine verrà spedito mediamente entro 1 - 3 giorni lavorativi con corriere GLS. In caso di pagamento tramite bonifico bancario, i tempi di spedizione decorreranno dalla data di accredito dello stesso.

    Modalità di pagamento

    Potrai portare a termine i tuoi acquisti in tutta sicurezza con PayPal oppure utilizzando come modalità di pagamento il bonifico bancario, la carta di credito o il contrassegno. Solo per gli acquisti in sede è disponibile anche il pagamento con PagoDIL

    gourmet services payment method

    Info

    Publish the Menu module to "offcanvas" position. Here you can publish other modules as well.
    Learn More.

    Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nelle cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.