Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo solo cookie tecnici. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. 

Lingua:

Italian English French German Spanish

Guida Michelin 2020. Elenco chef stellati

 

Nello scenario del Teatro di Piacenza, Michelin ha presentato la 65esima edizione della sua famosissima Guida Rossa, che porta alla cucina italiana 33 novità: 30 nuovi chef stellati, due nuovi chef due stelle ed un attesissimo nuovo chef tre stelle, che permette alla ristorazione italiana di raggiungere il traguardo delle 11 tre stelle.

Dopo Mauro Uliassi dello scorso anno, il massimo del riconoscimento della Rossa va Enrico Bartolini del Ristorante Mudec di Milano. 

In sintesi: la Rossa italiana conta così, oggi, 328 ristoranti una stella, 35 due stelle e 11 tre stelle.

Questi i magnifici undici con tre stelle Michelin nella nuova guida

  • Enrico Bartolini del Ristorante Mudec (Mi)
  • Uliassi a Senigallia (AN)
  • Massimiliano Alajmo, Le Calandre a Rubano (Padova)
  • Massimo Bottura, Osteria Francescana a Modena
  • Chicco Cerea, Da Vittorio a Brusaporto (Bergamo)
  • Enrico Crippa, piazza Duomo a Alba (Cuneo)
  • Annie Feolde e Riccardo Monco, Enoteca Pinchiorri a Firenze
  • Norbert Niederkofler, St.Hubertus a San Cassiano (Bolzano)
  • Niko Romito, Reale a Castel di Sangro (L'Aquila)
  • Nadia e Giovanni Santini, Dal Pescatore, a Canneto sull'Oglio (Mantova)
  • Heinz Beck, La Pergola, a Roma

 

Prendono la seconda stella

Sono due le novità tra i 35 ristoranti che “meritano una deviazione”, e quindi le 2 stelle Michelin.

  • La Madernassa, a Guarene in provincia di Cuneo. Lo chef Michelangelo Mammoliti classe 1985, propone una cucina che è diventata una tappa irrinunciabile nel circuito dei grandi ristoranti della regione. I piatti esprimono rigore, tecnica e precisione, ma l'anima viene dalla tradizione e dai prodotti piemontesi, a cui si aggiungono proposte di mare, ingredienti esotici, talvolta asiatici, e i prodotti coltivati personalmente da Michelangelo nell’orto del ristorante.

 

  • GLAM di Enrico Bartolini a Venezia. Con tanta fantasia la carta “pesca” nel mercato di Rialto e non solo per le specialità ittiche, a cui si aggiungono ricette del territorio reinterpretate dall’estro dello chef Donato Ascani, classe 1987. La sua proposta è una solenne sintesi tra creatività e istinto ispirati nel quotidiano dagli ingredienti locali con tocchi d’oriente e erbe aromatiche della laguna.

 

Prendono la prima stella

Sono 328 i ristoranti dalla “cucina di grande qualità, che merita la tappa”, dei quali 30 new entry: le regioni più ricche di novità sono la Lombardia, la Campania e la Toscana, alle quali sono state assegnate più del 50% delle nuove stelle. 

 

  1. Gianluca Gorini, Da Gorini
  2. Agostino Iacobucci, Castel Maggiore
  3. Apostelstube
  4. L’Asinello, Senio Venturi, Castelnuovo Berardenga
  5. Santa Elisabetta, Firenze
  6. Gucci Osteria da Massimo Bottura, Firenze
  7. Virtuoso, Scarperia
  8. Lunasia, Viareggio
  9. Petit Royal, Courmayeur
  10. Glicine, Amalfi
  11. Monzù, Capri
  12. La Tuga, Ischia
  13. George Restaurant, Napoli
  14. Il Flauto di Pan, Ravello
  15. Josè Restaurant, Torre del Greco
  16. Idylio by Apreda, Roma
  17. Atelier, Domodossola (VB)
  18. Fre, Monforte d’Alba (CN)
  19. Condividere, Torino
  20. Casa Matta, Pietro Penna, Manduria (TA)
  21. Memorie di Felix Lo Basso, Trani
  22. Otto Geleng, Roberto Toro, Taormina (ME)
  23. Zash, Riposto (CT)
  24. Impronte, Bergamo
  25. L’Aria, Blevio (CO)
  26. Villa Naj, Stradella
  27. L’Alchimia, Milano
  28. It, Milano
  29. Storie d’Amore, Borgoricco (PD)

 

Non confermano la stella

Sono 12 i ristoranti che non confermano la stella nell’edizione 2020 della Rossa.

I Due Buoi di Alessandria, il San Marco a Canelli (AT), Pomiroeu a Seregno (MI), La locanda del Notaio di Pellio Intelvi, la Locanda Stella d’Oro di Soragna (PR), il Poggio Rosso a Castelnuovo Barardegna (SI), il Winter Garden by Caino a Firenze, il Relais Blu a Massa Lubrense, il Mosaico a Ischia, Vairo del Volturno a Vairano Paenora (CE), il Caffè Les Paillotes a Pescara, La Sponda a Positano e Alpes a Sarentino (BZ).

Perdono invece una stella

Perdono una delle due stelle Michelin «Al Sorriso» (Soriso, No), «Locanda Don Serafino» (Ragusa), Locanda Margon (Ravina, TN) e «Vissani» (Baschi, TR), il ristorante dello chef Gianfranco Vissani.

 

 GOURMET SERVICES CELEBRA LE STELLE

Come da tradizione la Gourmet Services (rivenditore ufficiale ed esclusivo per l'Italia della 100%Chef) anche quest’anno per celebrare tutti gli chef che hanno visto confermate le loro stelle e ovviamente per tutti coloro che hanno avuto l’onore di riceverne una nuova avvia una favolosa promozione sul sito www.100x100chef.it dove tutti gli addetti del settore ed anche gli amanti della cucina potranno trovare tutte le attrezzature ed gli accessori per la loro attività o passione a prezzi scontati.

 

<<<<<<< INIZIA SUBITO I TUOI ACQUISTI >>>>>>>

  

 

Pin It
  •  

    Numero verde Italia: 800.92.60.27

  •  

    Fax: +39 0861 188 11 72

  •  

    email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.t