Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo solo cookie tecnici. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. 

Lingua:

Italian English French German Spanish

La cucina del grande freddo. Come utilizzare azoto liquido in cucina. Guida e video

Siamo in una cucina; sul tavolo c’è una pentola che gorgoglia, ed uno chef pronto a realizzare la sua pietanza. Tutto normale direte voi, se non fosse che a bollire in quella pentola non c’è dell’acqua, ma azoto liquido. Tranquilli, è una reazione normale, come è diventato normale il suo utilizzo in cucina, attraverso la tecnica del “grande freddo”.

Già, il freddo, perché questa è la caratteristica dell’azoto liquido: dentro quel recipiente abbiamo una temperatura vicina ai duecento sotto zero, -195,82 per l’esattezza.

Lo so, cosa state pensando. Ma non è pericoloso? L’azoto liquido, per molti non fa parte dell’esperienza quotidiana, non è un elemento usuale e forse per questo è sconosciuto. E si sa, ciò che non si conosce a volte fa paura. È normale, ma come vedrete non è questo il caso.

Come essiccare un alimento. Scopri Excalibur® della 100%Chef

La conservazione di un alimento è da sempre una sfida affascinante per l’uomo sin dagli albori della nostra civiltà, cioè sin da quando ci si accorse che gli alimenti si deterioravano e diventavano inutilizzabili tanto più rapidamente quanto più alta era la temperatura circostante.

La cottura, infatti, prolungava la durata dei prodotti, ma solo di qualche giorno. Dunque, fin dall’antichità sono stati sviluppati sistemi atti a mantenere i cibi il più a lungo possibile, che sono rimasti sostanzialmente invariati fino a quando la tecnologia ha sviluppato una serie di tecniche che hanno reso il metodo di conservazione una scelta dettata più dal gusto, che da una necessità.

Sferificazione: tecnica e consigli pratici. Scopri il Caviar Box della 100%Chef

Quando l’arte culinaria e la scienza si incontrano si parte per un viaggio dove le consistenze degli alimenti si modificano, i sapori cambiano, e si provano esperienze culinarie uniche.

Questo è quello a cui ambisce la cucina molecolare o per meglio dire, “cucina emozionale” come preferiscono definirla gli addetti ai lavori. Un’idea di cucina che ha la volontà di provocare, sorprendere e deliziare il cliente utilizzando metodi alternativi basati sulla modificazione delle molecole dei cibi, andando a generare un inaspettato contrasto di sapori, temperature e colori.

Guida Michelin 2018. Elenco chef stellati

Nel favoloso scenario del Teatro Regio di Parma, Michelin ha presentato la 63esima edizione della sua famosissima Guida Rossa, che porta alla cucina italiana 26 novità: di cui 22 nuove stelle, 3 nuovi due stelle, 1 nuovo tre stelle, per un totale di 356 stellati che conferma il nostro Paese al secondo posto tra le guide più stellate al mondo, dopo quella francese. 

La Lombardia è la regione che riceve più riconoscimenti (sette) ed è seconda solo all'Emilia Romagna per numero di stellati. Milano si conferma al vertice della ristorazione, balzando al terzo posto come provincia con più stelle Michelin (venti), scavalcando Bolzano. 

Essiccatore: idee e ricette per il Natale

L’atmosfera del Natale ha già invaso le case e le strade delle nostre città; le luci dei mercatini, le vetrine addobbate di regali e soprattutto il buon cibo che è il padrone indiscusso delle feste.

Da sempre, nelle case e nei ristoranti si ha la voglia di andare a ricreare sulla tavola una piccola magia, attraverso ingredienti, colori e sapori della tradizione culinaria.

waveco sbarca sul web. Tecnologia e food alla portata di tutti

In attesa della presentazione ufficiale ad HostMilano, la Fiera internazionale dedicata al mondo del foodservice che si svolgerà dal 20 al 24 ottobre, waveco® sbarca sul web con un originale sito (www.waveco.it) che permetterà ai visitatori di scoprire in maniera facile ed esaustiva la sua innovativa tecnologia, regalando emozioni culinarie con immagini e video dal mondo del food.

Gourmet Services premia le stelle Michelin

L’Italia è sempre più stellata. Nella sua 63esima edizione, la famosissima Guida Michelin ha regalato nuove stelle al nostro Paese che si conferma così al secondo posto tra le guide più stellate al mondo, dopo quella francese. La geografia dei ristoranti che, per "La Rossa", "meritano una deviazione" sono in totale 356 con 26 novità. Di questi ristoranti stellati, 306 vantano in guida una stella, categoria che annovera 22 new entry tutti giovani, tutti uomini; 41 ristoranti hanno due stelle con tre nuovi riconoscimenti, mentre sono nove i ristoranti tre stelle, il top, con l'ingresso dello chef Norbert Niederkofler.

E come da tradizione, la Gourmet Services anche per il 2018 vuole premiare tutti gli Chef stellati con una promozione imperdibile.

Olio di mandorle. Proprietà ed utilizzi. Come produrlo

Il mondo della cucina è sempre in evoluzione. Chef e Pasticceri sono infatti in continua ricerca di nuovi sapori ed ingredienti che permettano di realizzare piatti e dolci di altissima qualità. Nuove sfide, per conquistare i palati più fini ma anche per far assaporare fragranze ed alimenti poco utilizzati che sono alleati del benessere e della salute.

Senza dubbio un alimento dalle proprietà nutritive incredibili, sempre più utilizzato nelle cucine, è l’olio di mandorle dolci.

  •  

    Numero verde Italia: 800.92.60.27

  •  

    Fax: +39 0861 188 11 72

  •  

    email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.t